Fresatura CNC: cos’è e a cosa serve

La lavorazione meccanica che consente di modellare in forme complesse, rifilare pezzi in vari materiali e asportare residui di lavorazione viene chiamata fresatura, un processo che prende vita grazie a macchinine utensili quali fresatrici o centri di lavoro.

Questo tipo di lavorazione richiede la rotazione di un utensile pluritagliente a geometria definita su un mandrino e la movimentazione contemporanea di assi motorizzati.

Generalmente, il processo lavorativo comprende un primo ciclo di sgrossatura (asportazione del materiale in eccesso) e una successiva fase di finitura (rimozione delle ultime parti eccedenti). Il risultato è una lavorazione che manipola il materiale in modo da rispettare il progetto iniziale sotto il profilo di dimensioni e livello di rugosità delle superfici.

Esistono diverse tipi di fresatrici che danno vita a processi di lavorazione diversi, come la fresatura CNC a più assi. Di fatto, questo tipo di macchinari consente di partire dal materiale grezzo e ottenere un prodotto finito senza l’ausilio di un operatore.

La fresatura CNC si presenta come un processo di lavorazione in grado di rendere il ciclo produttivo veloce ed economico, privandosi di diversi limiti in termini di forme e lavorazioni applicabili.

Le aziende come GMG srl che godono di questo tipo di tecnologia possono contare su una realtà produttiva precisa, attenta e soddisfacente.

Go to top